Gioco d’azzardo libero dalle mafie. In Emilia Romagna una realtà

Roma, 30 ott – Da sempre azzardo e criminalità organizzata hanno un collegamento. In quasi tutte le maggiori inchieste italiane grande protagonista è il business collegato al gioco d’azzardo basta ripercorrere al rovescio gli annali degli ultimi anni per capire di quel che si parla.

In tutte le relazioni semestrali della DDA, poker, azzardo e slot machine hanno un ruolo prioritario.

Preso atto della grave questione anche i legislatori iniziano a voler mettere regole. In Emilia Romagna, regione che ha visto l’intensa attività investigativa dovuta all’operazione Aemilia che ha sgominato una organizzazione dedita a fare business anche attraverso l’azzardo, ha stabilito da poco di dare luce ad una normativa regionale importante.

Un nuovo testo unico per dire “no” a tutte le mafie e alla criminalità organizzata è quello in studio in Emilia Romagna, un testo teso a promuovere la legalità e la valorizzazione della cittadinanza e dell’economia responsabili.

Gli articoli del Testo Unico sono ben 49, semplificano testi già in vigore, nella nuova normativa viene inserita ovviamente la lotta all’usura, quella al gioco d’azzardo patologico ed allora ecco che spicca la proibizione di installare apparecchi in zone frequentate dai ragazzi ed emergono nuovi finanziamenti per assistenza alle vittime degli strozzini e del racket. Non mancano poi nel testo richiami sul maggior controllo degli appalti con l’ utilizzo del Rating di legalità e l’estensione dell’Elenco di merito a tutte le aziende e non solo a quelle del comparto edile. A seguire poi norme a tutela dell’occupazione, per la sicurezza sul lavoro e così via. Nasce poi un Osservatorio regionale sulla criminalità e si crea un nuovo piano di intenti per la Consulta regionale per la legalità.

Ci sarà molto lavoro da fare ma è chiaro che nuove norme riusciranno a abbattere l’immenso business intorno all’azzardo, da sempre terreno di conquista di camorra e ‘ndrangheta specie in Emilia Romagna.

Giocare sicuro è possibile, basta ad esempio utilizzare Unibet codice bonus in rete.

Nonostante possa sembrare particolare se nel mondo reale l’azzardo è spesso intercettato dal crimine, nel web no, lì vige la vera sicurezza controllata oltre che dalle autorità preposte dai gestori dei casinò online massimamente interessati a offrire un servizio di massimo livello.

In rete, nonostante possa sembra il contrario è molto più semplice controllare i fondi, evitare di incorrere in truffe o malaffare, tutto è tracciabile ed il crimine organizzato ha la vita difficile quando si deve imbattere in colossi come Unibet ed altri brand.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.