Torino, la camorrista in trasferta rapina una gioielleria: Arrestata dalla Polizia

torino-rapina-camorristaTorino, 30 set – La Polizia di Stato di Torino ha arrestato l’autrice della rapina consumata il 19 aprile scorso presso una nota gioielleria, il cui bottino fu di circa 15 mila euro in gioielli e monili d’oro.

In pochi minuti, la donna, a volto scoperto, aveva estratto una pistola semi-automatica con la quale aveva minacciato le commesse e le clienti legandole con del nastro adesivo. Contemporaneamente il suo complice aveva bloccato la porta di ingresso iniziando così il saccheggio di tutti i gioielli e oggetti di valore presenti all´interno del caveau e delle vetrine.

Dalle immagini acquisite dal sistema di videosorveglianza i poliziotti hanno identificato la donna quale rampolla emergente del clan VERDE di Sant’Antimo (CE), figlia del boss Domenico nonché nipote del più noto Francesco VERDE alias “IL NEGUS”, indiscusso capo dell’omonimo clan poi assassinato insieme al marito della stessa donna, nell’ambito della sanguinosa guerra di camorra per il controllo del territorio che sin dagli anni ’80 ha visto contrapposti i clan camorristici dei VERDE da una parte e dei RANUCCI-PUCA.

La donna, con svariati precedenti di polizia, durante la commissione della rapina in trasferta, era sottoposta – a giorni alterni – alla misura personale cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G., riuscendo così di fatto ad aggirarla e renderla pertanto inefficace.

L’attività di indagine prosegue con il chiaro intento di arrivare anche all’identificazione del complice.


Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.