Strage in Francia: Siulp, spese per la Sicurezza fuori dal patto di stabilità

polizia-charlie-hebdoRoma, 12 gen – «Il Governo Renzi per la prima volta dopo anni di tagli lineari alla sicurezza ha invertito finalmente questo trend ponendo attenzione agli investimenti in questo settore. Il Patto di Stabilità tiene bloccate le spese anche di Enti virtuosi che sarebbero pronti a proficui investimenti. Per tale ragione condividiamo la posizione di coloro che invocano di tenere fuori dal Patto i progetti produttivi in tema di sicurezza e scuole».

Lo dice il segretario generale del Siulp, Felice Romano.

«Il nostro sistema antiterrorismo è tra i migliori al mondo, l’unico suo limite è proprio quello della mancanza di risorse, che può determinare la criticità del sistema. Per tale ragione è necessario che i limiti formali di bilancio non mettano in discussione la sicurezza dei cittadini, l’integrità delle istituzioni e lo sviluppo sociale ed economico del Paese».

«E’ completamente errato vedere nel terrorismo islamico una potenziale guerra di religione tra popoli, si tratta invece di voler imporre, con il terrore, una nuova visione globale dell’assetto futuro del mondo, soprattutto a livello economico e sociale».

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.