Sicurezza: SIULP, a Napoli arresti eccellenti ma Polizia priva di strumenti e soldi

angelo-cuccaroNapoli, 16 mar – «La cattura del latitante Angelo CUCCARO è l’ennesimo risultato dei poliziotti napoletani. Un grande risultato investigativo – afferma Vincenzo Annunziata Segretario Generale del Siulp di Napoli – che conferma, ancora una volta, la capacità, la professionalità e l’abnegazione di tutte le donne e gli uomini della Polizia di Stato».

«Riponiamo enorme fiducia nel nuovo Capo della Squadra Mobile di Napoli e altrettanta fiducia nei confronti del nuovo dirigente di Ponticelli. Dal Questore Guido Marino, unico interlocutore affidabile, ci aspettiamo che si attivi affinché i poliziotti che hanno arrestato CUCCARO siano tutti e immediatamente promossi. Tutto questo avviene nonostante il blocco del contratto, del tetto salariale, gli scellerati tagligeneralizzati e la paralisi del turn over che hanno determinato gravi carenze in termini di risorse economiche, strumentali, di mezzi e persino una mancanza di organico. I poliziotti sono il vero baluardo contro la criminalità».

«A Napoli è giunta l’ora – prosegue Annunziata – di ripensare al modello della sicurezza, attraverso la revisione dei presidi, ma non solo della Polizia ma di tutte le forze dell’ordine, partendo dal riordino delle carriere perché abbiamo bisogno di una polizia più professionale, ma soprattutto bisogna eliminare gli sprechi. Speriamo che l’ennesimo arresto – conclude Annunziata – sia sufficiente per richiamare i nostri interlocutori alle loro responsabilità per il Paese e per la nostra città, per la sicurezza dei cittadini, per la difesa delle Istituzioni democratiche e soprattutto per i diritti delle donne e degli uomini della Polizia di Stato e di quelli del comparto che ancora oggi garantiscono, nonostante tutto, la sicurezza».

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.