Sicurezza e chiusura presidi, poliziotti ad Alfano: il ministro chiarisca la sua posizione

poliziotti-antisommossa1Roma, 14 gen – «Non è nostra abitudine speculare su eventi tristi, o dare pagelle, ma da una considerazione oggi non riusciamo proprio ad esimerci: mentre a Parigi ieri si tenevano i funerali dei tre poliziotti uccisi dai terroristi, in contemporanea il ministro Alfano ha fatto convocare i Sindacati di Polizia dal Dipartimento della P. S. per esprimere i pareri sulla chiusura di centinaia di uffici di Polizia sul territorio nazionale».

E’ quanto afferma il segretario generale del Siulp Felice Romanoin una nota.

«Già da tempo chiedevamo al Alfano quale fosse la sua idea sulla sicurezza del nostro Paese ma dobbiamo constatare che purtroppo non c’é un minimo di progetto. Nei prossimi giorni – continua Romano – organizzeremo una grande iniziativa per individuare un modello di sicurezza che possa garantire elevati standard ai nostri concittadini, un modello che sappia guardare ben oltre quei limiti imposti da scadenze che riguardano esclusivamente i singoli, come la pensione o le elezioni, ma che tengano presente lo sviluppo socio economico del nostro Paese, nel rispetto di quelle professionalità, come il nostro antiterrorismo, che rappresentano eccellenze a livello mondiale e che da decenni sanno garantire sicurezza e libertà. Binomio questo che è la vera sfida di tutte le democrazie avanzate di quei paesi che non vogliono rinunciare allo sviluppo economico ma anche alla libertà dei popoli».

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.