Roma, fermato per tentato omicidio in via della Conciliazione minaccia la Polizia

polizia-palermo-560Roma, 11 mag – Ha minacciato la Polizia dopo essere stato fermato per tentato omicidio. È successo nelle scorse ore. Gli agenti sono intervenuti in via della Conciliazione a Roma a seguito di segnalazioni per una rissa. Giunti sul posto, hanno subito notato due uomini che alla loro vista hanno cercato di allontanarsi, mentre un terzo era ferito.

I poliziotti hanno subito raggiunto e bloccato i fuggitivi. Uno di loro, C.F., romano di 40 anni, ha urlato: «Io sono un bandito e non me ne frega ….infame t’ammazzo…», rivolgendosi al ferito.

I poliziotti hanno immediatamente fatto scudo intorno alla vittima, mentre un’altra pattuglia ha proceduto al controllo dei due aggressori che, nel frattempo, hanno iniziato ad inveire anche contro gli agenti affermando, con il vano scopo di intimorirli, di appartenere alla banda della Marranella.

Gli agenti hanno proceduto al controllo, trovando addosso a C.F. due coltelli a serramanico, uno dei quali ancora sporco di sangue.

Gli investigatori hanno proceduto quindi ad ascoltare i testimoni e la vittima, che ha raccontato di essere stato accoltellato poco prima, per futili motivi, proprio da C.F., palesemente ubriaco, che si trovava in compagnia di un altro individuo, un 52enne originario di Bari.

Una volta accertato l’accaduto, l’ autore del ferimento è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per tentato omicidio.

L’amico, che lo ha spalleggiato durante l’accoltellamento e nel corso dell’intervento delle forze dell’ordine, è stato invece denunciato all’autorità giudiziaria per il reato di favoreggiamento.

Entrambi risponderanno anche di minacce aggravate e resistenza a pubblico ufficiale.

Per i due coltelli, rinvenuti e sequestrati, C.F., dovrà rispondere di possesso ingiustificato e violazione della legge sulle armi.(AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.