Polizia: Manganelli, no all’Esercito per il controllo negli stadi

manganelliGenova, 10 feb. – “Le forze di polizia fanno le forze di polizia e l’esercito fa l’esercito. Non può e non deve svolgere controlli e filtraggi all’esterno dello stadio”.
Lo ha dichiarato il capo della Polizia Antonio Manganelli questa sera a Genova a margine della cerimonia del passaggio di consegne alla guida della Questura.
“Noi anzi riteniamo che si debba potenziare l’investimento delle forze di polizia per dare man forte al lavoro egregio che fanno gli stewart, un lavoro che bisogna fare avendo la professionalità e la titolarità giuridica di una qualifica che gli stewart non hanno. Noi abbiamo risparmiato decine di migliaia di poliziotti da quando abbiamo applicato la normativa antiviolenza, nel senso che i poliziotti non ci sono più all’interno dello stadio, ma all’esterno devono continuare ad esserci. L’esercito -ha precisato Manganelli- quando c’è stata prospettata la possibilità della sua utilizzazione per noi è stato il benvenuto, soprattutto per quello che riguarda i servizi di vigilanza fissa (quello all’esterno dello stadio è solo apparentemente un servizio di vigilanza fissa). La vigilanza presso un’ambasciata, una sede aeroportuale, un obbiettivo che può essere attaccato, vede una grande professionalità delle forze armate, non a caso nel nostro stereotipo il soldato fa la sentinella. E la sa fare anche molto bene”. “Anche nei pattugliamenti a cui sono stati destinati, sempre integrati con le forze di polizia, i soldati hanno dato buon esito. Quello che mi ha colpito molto favorevolmente -aggiunge Manganelli-, e non ero neanche sicuro che andasse così, è stata l’accoglienza positiva che hanno avuto i militari da parte della gente. Forse perchè c’è un senso di simpatia, verso gli alpini ma anche verso altri settori delle forze armate. Sta andando tutto molto bene”. Manganelli ha poi aggiunto, rispondendo alle domande dei giornalisti, che “le ronde fino ad oggi non hanno avuto una significativa diffusione. Comunque questi osservatori volontari si occupano non della pubblica sicurezza ma della sicurezza urbana”. (Adnkronos) Aggiungi un commento
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.