Milano, la Polizia ferma due camorristi per esercizio abusivo del credito

polizia-arresto2015Milano, 16 nov – La Polizia di Stato di Milano ha emesso un provvedimento di fermo nei confronti di quattro italiani, due dei quali indagati per esercizio abusivo del credito aggravato dal cosiddetto metodo mafioso e per impiego di denaro di provenienza illecita, gli altri due per riciclaggio; tutti i reati sono aggravati dalla transnazionalità.

Tra i fermati dai polizotti della squadra mobile, due noti pregiudicati di origine napoletana ma presenti da decenni a Milano, dove sono stati condannati in via definitiva per aver fatto parte, negli anni 80 e fino al 1996, di un’articolazione lombarda dell’associazione camorrista denominata “nuova famiglia”, in contatto a Milano con esponenti storici di cosa nostra e della ‘ndrangheta.

I due avevano messo in piedi, al centro di Milano, una sistematica attività illecita di concessione di finanziamenti a vari imprenditori; i proventi nell’ordine dei milioni di euro venivano poi trasferiti su conti in banche estere, e poi fatti rientrare a Milano per essere nuovamente impiegati in attività illecite.

Nell’operazione condotta dalla Squadra Mobile di Milano, ancora in corso, è già stato sequestrato denaro contante per oltre un milione e mezzo di Euro.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.