Enna: tabaccaio fatto a pezzi con una motosega e dato in pasto ai maiali. Polizia e Carabinieri arrestano 4 mafiosi

Polizia-CarabinieriEnna, 22 feb – E’ in corso, dalle prime ore del mattino, una operazione antimafia a Villarosa (EN), nel corso della quale congiuntamente Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Enna e personale della Polizia di Stato Squadra Mobile Enna, stanno dando esecuzione a 4 ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dall’Ufficio GIP del Tribunale di Caltanissetta, su richiesta della Procura della Repubblica – D.D.A. – nissena a carico di altrettanti soggetti ritenuti responsabili di vari delitti di omicidio e distruzione di cadavere aggravati dalla modalità mafiosa e di associazione di tipo mafioso.

Le attività d’indagine sviluppate dal 2015 dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Caltanissetta e svolte dagli organi in intestazione hanno anche consentito di fare luce sulla scomparsa del proprietario della rivendita di tabacchi Giuseppe Bruno, avvenuta a Villarosa il 27 maggio 2004, oggetto di numerose trasmissioni televisive.

Le dichiarazioni di un collaboratore di giustizia hanno consentito di ricostruire l’esatta dinamica della vicenda delittuosa in esame, contraddistinta da tratti di inaudita ferocia – il corpo del tabaccaio, sezionato con una motosega, sarebbe stato, in parte dato in pasto ai maiali, in parte bruciato all’interno di un fusto metallico – oltre che di accertare il movente, collegato ad un credito vantato dalla vittima.

I 4 mafiosi arrestati sono i fratelli Damiano, Maurizio Giuseppe, Amedeo e Michele Nicosia.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.