Crimini ferroviari: la Polizia intensifica i controlli con partner europei

polizia-furti-rameRoma, 13 mar – Si è conclusa la 9° edizione della 24BLUE Rail Action Day, due giorni di azione comune, organizzata dal network di Polizie Ferroviarie europee RAILPOL per contrastare i fenomeni criminosi maggiormente diffusi in ambito ferroviario, con particolare attenzione ai furti di rame, ai primi posti nelle priorità delle forze di Polizia.

La Polizia Ferroviaria italiana, con i suoi 1.606 uomini impiegati nell’operazione, ha vigilato 594 stazioni e controllato 1.809 treni. Durante l’operazione, inoltre, sono state identificate 3.768 persone, mentre l’azione di contrasto ha permesso di arrestare e denunciarne 65 persone in totale.

In particolare, nell’ambito dell’attività di contrasto ai furti di rame, sono stati eseguiti 280 controlli presso i depositi di materiale ferroso e 234 controlli lungo le linee ferroviarie maggiormente colpite dai furti. L’azione, altresì, ha permesso di denunciare 17 persone responsabili di furto e ricettazione del prezioso metallo, recuperando nel contempo oltre 9.700 chilogrammi di rame nonché 10.500 chilogrammi di altro metallo, tutti di provenienza illecita.

La Rail Action Day, alla quale hanno partecipato i 16 paesi membri del network, ha lo scopo di lanciare un messaggio di unità e collaborazione fra le Forze di Polizia comunitarie, che operano assieme per uno scopo comune: assicurare ai viaggiatori una sicurezza che va oltre i propri confini nazionali fino a trasformarsi in una “sicurezza condivisa ed europea”.

Anche gli Stati Uniti d’America, membro ospite di RAILPOL, hanno condiviso l’iniziativa europea con una operazione parallela, denominata RAIL SAFE: Ensuring US railway security.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.