Corruzione e truffa: la Polizia arresta il sindaco di Brindisi, Cosimo Consales

CONSALES-COSIMOBrindisi, 6 feb – Alle prime luci di oggi la DIGOS darà esecuzione a 3 ordinanze di custodia cautelare, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Brindisi.

Nello specifico verrà tratto in arresto in quanto colpito da Ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari l’attuale Sindaco di Brindisi, Cosimo Consales,

appartenente al Partito Democratico, dal quale, tuttavia, si è autosospeso dal novembre 2013, a seguito di precorse e personali vicende giudiziarie, per le quali è in corso dibattimento.

Verrà tratto in arresto, in quanto colpito da Ordinanza di custodia cautelare in carcere, anche l’imprenditore Luca Screti, già amministratore della azienda “Nubile s.r.l.”, incaricata dal Comune di Brindisi per il trattamento, biostabilizzazione e produzione CDR-CSS dai Rifiuti Solidi Urbani.

Infine, sarà oggetto di provvedimento giudiziario della custodia cautelare agli arresti domiciliari anche Massimo Vergara, libero professionista, commercialista.

I tre sono accusati, fra l’altro, in concorso fra loro ed in maniera continuata dei seguenti reati: abuso d’ufficio, corruzione, concussione, truffa. L’inchiesta, particolarmente articolata e complessa, iniziata nell’anno 2013, è stata coordinata dalla Procura Ordinaria di Brindisi. Sono in corso numerose perquisizioni personali e domiciliari, nonché il sequestro dell’impianto di biostabilizzazione e produzione CDR-CSS dai Rifiuti Solidi Urbani sito nella zona industriale di Brindisi.

Tutto il materiale sequestrato sarà oggetto di ulteriori approfondimenti investigativi. Maggiori dettagli ed informazioni saranno fornite nella conferenza stampa che terrà il Procuratore della Repubblica dr. Di Napoli presso i locali della Procura della Repubblica alle ore 11.30 di oggi.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.