Casapound e anarchici: la polizia denuncia 12 persone per rissa aggravata

casapound-poliziaRoma, 16 feb – La Polizia di Stato sta eseguendo un’ordinanza di applicazione della misura cautelare dell’obbligo di dimora a carico di 12 soggetti ritenuti responsabili del reato di rissa aggravata.

Le indagini sono partite in seguito agli incidenti verificatesi in occasione della “Festa Nazionale CasaPound Italia” svolata a Lecce dal 5 al 7 settembre 2014 e ha visto la partecipazione di circa 400 militanti.

In concomitanza a tale evento, antifascisti, anarchici ed antagonisti provenienti anche da altre provincie hanno effettuato una serie di contro-manifestazioni, nell’ambito delle quali hanno posto in essere delle condotte penalmente rilevanti , rendendosi autori di vari danneggiamenti e dell’occupazione per oltre un’ora della stazione ferroviaria di Lecce, con il relativo ritardo della partenza di alcuni treni.

In tale contesto, durante la notte a cavallo tra giovedì 4 e venerdì 5 settembre scorsi, in una traversa della centralissima piazza S. Oronzo, due gruppi contrapposti hanno ingaggiato una violentissima rissa i cui autori sono stati oggetto della misura eseguita in data odierna.

Dell’attività d’indagine è stata costantemente informata la Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione che ha coordinato le Digos di Lecce, Arezzo, Bologna, Lucca, Milano, Parma, Pistoia, Roma e Torino, tutte interessate alla notifica delle misure cautelari.


Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.