Brindisi: malfattori fanno esplodere un’auto. La Polizia: avrebbe potuto uccidere chiunque

brindisi-bomba-autoBrindisi, 3 giu – La Polizia di Stato di Brindisi ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un pregiudicato ritenuto responsabile di detenzione e porto di ordigni esplosivi e di danneggiamento aggravato.

Le indagini hanno avuto inizio a seguito di un episodio accaduto la notte dello scorso 1° maggio scorso in P.zza Caravaggio di Brindisi quando si verificò una grossa esplosione di un’autovetturaivi parcheggiata.

La deflagrazione, propagatasi in un raggio di oltre trenta metri, avrebbe potuto uccidere chiunque si fosse trovato nelle vicinanze, data l’alta potenzialità dell’ordigno e solo all’attento esame delle telecamere di videosorveglianza e al certosino lavoro di ricostruzione degli istanti precedenti la detonazione, venivano individuati due soggetti travisati ed il dettaglio della mano sinistra fasciata da una steccatura di uno dei due soggetti.

Proprio grazie a quest’ultimo particolare la Polizia di Stato ha proceduto ad identificare il soggetto, anche alla luce della diretta conoscenza del soggetto da parte degli operanti. Le indagini sono ora indirizzate ad identificare il secondo soggetto coinvolto ed a comprendere il movente dell’attentato considerato che l’autovettura distrutta era in uso ad altro pregiudicato brindisino.


Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.