Verbania, emette fatture per 3 milioni utilizzando imprese dei parenti: denunciate 15 persone

auto-finanza-560-2016Torino, 1 giu – Avrebbe utilizzato le imprese di alcuni parenti per emettere fatture per oltre 3 milioni di euro e non dichiarare così il reale volume d’affari della sua ditta operante nel settore del commercio di rottami.

A scoprirlo la Guardia di Finanza di Omegna, nel Verbano, che al termine delle indagini ha denunciato 15 persone per vari reati fiscali. Le ispezioni, avviate nel 2014, hanno permesso di ricostruire come l’imprenditrice, avvalendosi di imprese individuali intestate a parenti ed in concorso con gli stessi, abbia emesso fatture per operazioni soggettivamente inesistenti, in quanto formalmente redatte da soggetti economici diversi rispetto a quello che realmente poneva in essere l’operazione economica.

Le indagini, inoltre, hanno permesso di risalire ai reali volumi d’affare conseguiti dalle imprese ‘cartiere’ e sono state individuate 15 imprese con sede in Piemonte e Lombardia con cui hanno fittiziamente avuto rapporti commerciali.

Le imprese che si sono prestate alla falsa documentazione sono risultate sconosciute al fisco perché non hanno mai presentato dichiarazioni fiscali.(Adnkronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.