Venezia, sequestrata villa a Chioggia: era di un imprenditore sconosciuto al fisco

Casa_sequestrataVenezia, 24 mar – Una villa composta da due appartamenti e un garage, per un valore stimato di circa 300 mila euro, è stata sequestrata nei giorni scorsi a un imprenditore rom, completamente sconosciuto al fisco, e al proprio nucleo familiare, tutti gravati da numerosi precedenti specifici e responsabili di reati contro il patrimonio e la persona, come furto, rapina, lesioni personali.

Il  decreto di sequestro è stato eseguito dai Finanzieri della Compagnia di Chioggia.

L’applicazione della misura di prevenzione patrimoniale trae origine dalle indagini svolte dalle Fiamme Gialle del Reparto clodiense nell’ambito della quotidiana attività di controllo economico del territorio.

In particolare, a catturare l’attenzione dei Finanzieri, è stato l’ingente patrimonio, anche di natura immobiliare, accumulato nel tempo dalla famiglia nonostante l’assenza di qualsiasi tipologia di reddito dichiarato negli ultimi dieci anni: ricchezze del tutto inspiegabili se non considerandole come profitti di condotte penalmente rilevanti oltre che di evasione fiscale.

Sulla base degli elementi acquisiti è stata interessata la Procura della Repubblica di Venezia per l’attivazione del procedimento di prevenzione, con il contestuale sequestro dei beni di proprietà dei soggetti indagati, finalizzato alla successiva confisca.

Nonostante il procedimento attivato presso l’Autorità Giudiziaria lagunare, dai successivi approfondimenti eseguiti dai militari di Chioggia, è emerso che uno dei membri della famiglia, “formale” proprietario della villa sequestrata, si stava adoperando per porre in vendita l’immobile attraverso due agenzie immobiliari della zona.

Sulla base di questi nuovi elementi acquisiti, il Tribunale del Riesame e delle Misure di Prevenzione di Venezia ha disposto il sequestro d’urgenza dell’immobile, evitando così la dispersione di un bene frutto di attività delittuose che, al termine del procedimento, potrà essere acquisito al patrimonio dello Stato e utilizzato a vantaggio della comunità.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.