Sassari, sfruttamento della prostituzione: arrestato un ingegnere – docente

auto-finanza-560-2016Sassari, 21 giu – Favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Con queste accuse, questa mattina, i finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Sassari hanno arrestato un libero professionista.

L’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale è stata emessa dal G.i.p. presso il Tribunale di Sassari su richiesta della Procura della Repubblica.

L’attività investigativa, eseguita dai finanzieri e coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Sassari, Dott.ssa Maria Paola Asara, avrebbe permesso di accertare che l’ingegnere sassarese, oltre che insegnare presso un noto istituto tecnico superiore, «concedeva in locazione consciamente e a prezzi fuori mercato vari appartamenti di proprietà a prostitute», in prevalenza rumene, che «si alternavano nell’attività di meretricio con numerose altre connazionali», spiegano i finanzieri.

Gli investigatori hanno raccolto diversi indizi «che – confermati da numerose testimonianze raccolte – hanno determinato l’arresto dell’uomo».

Al professionista sono stati sequestrati i quattro appartamenti.

L’attività proseguirà sviluppando gli aspetti fiscali connessi: per i periodi di riferimento, infatti, non risulterebbe che l’uomo «abbia, allo stato, dichiarato i proventi derivanti dall’attività di locazione avvalendosi delle agevolazioni in materia di registrazione dei contratti per gli appartamenti adibiti ad uso turistico», spiegano le Fiamme Gialle.

Le indagini sono in corso «al fine di individuare eventuali altri complici». L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato ristretto ai domiciliari.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.