Napoli, farmaci venduti in empori cinesi: sequestrate 36mila compresse

auto-gdf-romaNapoli, 28 apr – Due empori cinesi vendevano prodotti medici senza avere la prescritta autorizzazione. È quanto hanno scoperto i finanzieri del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli.

Le due attività mettevano a disposizione dei clienti i prodotti senza la presenza o l’assistenza al banco di un farmacista abilitato all’esercizio della professione.

L’azione, condotta dai militari del I Gruppo Napoli, ha permesso di scoprire che all’interno degli esercizi commerciali si potevano trovare anti infiammatori, anti depressivi e integratori senza controlli sulla vendita e sul consumatore.

Le Fiamme Gialle hanno sequestrato oltre 500 scatole di farmaci, oltre 36mila compresse e pasticche, 2.100 fiale orosolubili, pomate e integratori di svariate marche e tipologie.

I due responsabili sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per esercizio abusivo di professione.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.