Guardia di Finanza, Alfano: «Fiamme Gialle eccellenza anche all’estero»

Angelino-Alfano-EsteriRoma, 20 feb – Bisogna condividere le informazioni per meglio combattere il terrorismo e la criminalità organizzata sul piano internazionale. È quanto ha detto il Ministro degli Esteri Angelino Alfano intervenendo alla Farnesina alla riunione degli esperti e ufficiali della Guardia di Finanza in servizio all’estero.

«Noi abbiamo uno sforzo da compiere ed è quello di fidarci uno dell’altro – ha detto il titolare della Farnesina -. Parlo dei Paesi in primo luogo europei ma anche del rapporto transatlantico con gli Stati Uniti d’America. La custodia troppo gelosa delle informazioni rischia di renderci più deboli perché ciascuno non ha le informazioni dell’altro mentre la somma delle informazioni renderebbe ciascuno più forte».

«Abbiamo un sistema del crimine che non conosce barriere» anche grazie alla rivoluzione digitale, ha spiegato Alfano, secondo cui per questo motivo bisogna passare a «un nuovo modello di sicurezza» che preveda fiducia, scambio di informazioni ma anche condivisione di «eccellenze» come è per l’Italia l’attività della Guardia di Finanza. Una expertise, quella delle Fiamme gialle, che può servire non solo contro il crimine organizzato ma anche contro l’Is, prima organizzazione terroristica che ambisce a farsi stato con un suo «Pil del terrore che comprende esenzioni fiscali, rapimenti, contrabbando di petrolio e opere d’arte, riciclaggio».

Il comandante generale della Guardia di Finanza Giorgio Toschi ha dal canto suo evidenziato «le numerose operazioni svolte in collaborazione con le forze di polizia e le amministrazioni finanziarie straniere, che hanno permesso di perseguire organizzazioni e fenomeni criminali anche in territori esteri spesso impermeabili alle investigazioni, ottenendo provvedimenti di sequestro e confisca di enormi patrimoni illecitamente accumulati, dissimulati e occultati». Avviato 13 anni fa, il network della Guardia di Finanza all’estero coinvolge 18 posizioni nelle ambasciate e consolati italiani di tutto il mondo.(AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.