Gorizia, indagini della Guardia di Finanza: sospesi per 12 mesi due medici assenteisti

finanza-auto-frontaleGorizia, 24 feb – Due medici assenteisti sono stati sospesi, per 12 mesi, dal servizio nell’ospedale di Gorizia. Lo fa sapere la Guardia di Finanza spiegando che, al termine di indagini, il gip ha disposto l’immediata sospensione e l’interdizione da ogni attività inerente all’ospedale.

Per non destare sospetti ed evitare di passare dall’ingresso principale dell’ospedale di Gorizia, dove in tanti avrebbero potuto notarli, due medici in servizio presso l’Azienda per Assistenza Sanitaria n. 2 “Bassa Friulana Isontina” avevano adottato l’espediente di assentarsi dal luogo di lavoro allontanandosi da un’uscita di sicurezza a bordo delle proprie auto parcheggiate appositamente vicino e rientrando dalla medesima porta di emergenza all’insaputa del direttore sanitario, dei colleghi e degli infermieri.

Durante le assenze, secondo quanto emerso dalle indagini della Guardia di Finanza, si recavano in banca, al ristorante, in negozi di arredo, in centri commerciali, e, soprattutto, in uno studio medico dove si occupavano “privatamente” dei pazienti a discapito di quelli che si erano rivolti alla struttura ospedaliera del capoluogo isontino.

Ma i due medici, per mesi, mentre si allontanavano in modo ingiustificato dal luogo di lavoro, sono stati videoripresi, pedinati e fotografati dai militari della compagnia della guardia di finanza di Gorizia, coordinati dai pubblici ministeri Laura Collini e Paolo Ancora della locale Procura della Repubblica.

Sono emersi anche diversi episodi in cui uno dei due medici attestava la presenza in servizio del collega “strisciando” per suo conto il badge. I due sono indagati per truffa aggravata ai danni dello Stato e falsa attestazione in servizio.

Le misure cautelari sono state notificate nella giornata di ieri ai due indagati e alla direzione generale dell’azienda per l’assistenza sanitaria n. 2 Bassa Friulana Isontina che ha contribuito ad avviare gli accertamenti e che ha collaborato con le fiamme gialle goriziane.

I due dipendenti pubblici saranno ora segnalati anche alla Corte dei Conti di Trieste.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.