Cosenza, evasione fiscale e carenze igienico-sanitarie: chiuso studio dentistico

auto-117Cosenza, 28 apr – Un dentista che esercitava la professione senza mai aver presentato alcuna dichiarazione pur avendo conseguito redditi per oltre 400.000 euro. È quanto ha scoperto la Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Cosenza dopo un controllo fiscale.

Un controllo che ha consentito di reperire nella sede dell’attività appunti, annotazioni su registri improvvisati e file su strumenti informatici: materiale che ha permesso alle Fiamme Gialle di ricostruire l’attività svolta dall’odontoiatra e i redditi non dichiarati.

In particolare, l’operazione ha consentito di ricostruire un’imposta evasa di circa 100.000 euro e di richiedere l’applicazione di misure cautelari fiscali volte a tutelare il credito vantato dall’Amministrazione Finanziaria nei confronti del contribuente.

«Ciò – spiega la Guardia di Finanza – consentirà l’iscrizione di ipoteca sui beni del debitore e l’autorizzazione a procedere, a mezzo di ufficiale giudiziario, al sequestro conservativo degli stessi, per ottenere garanzie dei crediti erariali connessi alle imposte evase e ai relativi interessi».

Lo studio dentistico, su indicazione delle Autorità sanitarie locali, è stato chiuso per il «mancato rispetto delle norme di natura igienico-sanitario che disciplinano l’operato dei medici».

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.