Cagliari, Finanza contro gli affitti in nero nelle località turistiche: scoperta evasione per quasi 2 milioni

Finanza_Cagliari_cittCagliari, 26 mag – Operazione ‘Domus Aurea’ del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Cagliari che ha portato a termine un’azione di contrasto agli affitti in nero nelle più rinomate località turistiche della provincia, scoprendo un’evasione fiscale per circa 2 milioni di euro.

I militari hanno passato al setaccio i comuni e le località turistiche più rinomate delle coste del sud Sardegna: da Portoscuso a Villaputzu, Castiadas, Carloforte, passando per Teulada, Chia, Pula, Villasimius, Cagliari e Quartu Sant’Elena.

La selezione dei target dell’indagine è nata dall’esame di elementi acquisiti sul territorio e dalla consultazione delle principali piattaforme on line del settore delle locazioni, attività integrate poi dalla valutazione della documentazione acquisita nelle agenzie di intermediazione. I dati sono stati poi incrociati e verificati anche a livello catastale per risalire agli effettivi proprietari degli immobili affittati.

Numerosi e diversi i casi che sono stati scoperti dai finanzieri durante l’indagine: in più di uno è stata riscontrata la riconducibilità di più immobili, tutti destinati a locazioni completamente o in buona parte non dichiarate, ad un unico soggetto, la cui posizione fiscale conosciuta all’erario evidenziava, invece, una situazione reddituale modesta.

In un altro caso è stata individuata una vera e propria impresa di intermediazione immobiliare senza le prescritte autorizzazioni, con annessa fornitura di prestazioni accessorie quali transfer dall’aeroporto, pulizie, cambio biancheria, in completa evasione d’imposta.

Complessivamente i baschi verdi hanno effettuato 83 tra verifiche e controlli che hanno permesso di constatare un’evasione fiscale di oltre 1.800.000 euro e il mancato versamento dell’imposta di registro per poco meno di 16.000 euro.(AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.