Brescia, scoperta maxi evasione fiscale: nei guai due imprese. «Ricavi non dichiarati per quasi 15 milioni»

auto-gdf-romaBrescia, 1 giu – Due società controllate, ricavi non dichiarati per quasi 15 milioni di euro, false fatture per oltre 11 milioni e tre persone denunciate. Questi i numeri della maxi evasione fiscale scoperta dai finanzieri della tenenza di Gardone Val Trompia nei confronti di due imprese operanti nel commercio di metalli ferrosi, in Valsabbia, nel bresciano.

I controlli hanno evidenziato in particolare, nel primo caso, l’occultamento e/o la distruzione di tutta la documentazione contabile di una ditta individuale per la quale i militari hanno dovuto procedere alla completa ricostruzione dell’impianto contabile e dei rapporti economici, mentre, per la seconda impresa, è stata constatata l’omessa presentazione della dichiarazione fiscale per il 2015.

A conclusione degli accertamenti, i titolari (di diritto e di fatto) della prima attività economica sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per l’omessa dichiarazione di redditi per oltre 10 milioni di euro e l’emissione di fatture per operazioni inesistenti per oltre 11 milioni di euro, mentre il rappresentante della seconda società è stato denunciato per aver sottratto al Fisco ricavi per circa 4,5 milioni di euro.(AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.