Violenza di genere: Carabinieri insegnanti nelle scuole per educare i giovani

carabinieri-scuola-stalkingRoma, 28 gen – Il Comando Provinciale Carabinieri di Rimini ha dedicato costante attenzione alla diffusione della cultura della legalità, realizzando una rete tangibile tra i cittadini e l’Istituzione.

In tale contesto, oltre ai percorsi didattici sulla legalità, realizzati mediante conferenze ed incontri con gli alunni dei licei e delle scuole medie inferiori della provincia sul tema degli stupefacenti, dell’alcolismo, dello stalking, dei rischi del web e del bullismo è stato avviata una settimana di campagna divulgativa volta ad educare i giovani sul rispetto delle categorie deboli per meglio contastare la violenza di genere.

Pertanto, oddi presso le scuole medie nel quartiere San Lorenzo di Riccione, il Luogotenente Claudio CACACE, Comandante della Stazione di Riccione, ha illustrato a circa 70 ragazzi delle 2ª e 3ª l’importanza del rispetto delle fasce deboli, soffermandosi sul rispetto delle donne, con i rischi giuridici a cui si va incontro nel caso di violazione di leggi a tutela dello stalking e reati connessi.

Dopo aver sensibilizzato i giovani sul senso di responsabilità non solo per sé stessi ma anche nei confronti della collettività, è seguita una breve esperienza pratica con la visione della strumentazione per lo svolgimento degli alcool test e la prova degli stessi da parte degli incuriositi ed entusiasti ragazzi. Quest’ultimi sono parsi molto sensibili verso gli argomenti trattati ed in particolare al rispetto delle fasce più deboli.

Nell’ambito della stessa iniziativa dalle ore 09:30 alle ore 11:30 della stessa mattinata, circa 70 alunni delle classi 2^e 3^ della Scuola Media “Giovanni XXIII°” di Misano, il comandante della Stazione Nicola Travaglino, ha tenuto analoga conferenza, dopo aver fornito brevi cenni storici sull’Arma dei Carabinieri e proiettato alcuni brevi video esplicativi dei compiti svolti giornalmente dai militari.

I ragazzi sono stati poi intrattenuti con brevi cenni sull’educazione stradale, cui è seguita una visita guidata ai veicoli in dotazione al Comando della Stazione. L’iniziativa sarà periodicamente riproposta con interventi in altri istituti scolastici.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.