Uomini violenti che picchiano le proprie compagne: 3 casi nel cuneese, denunciati dai Carabinieri

Carabinieri-donne-casermaCuneo, 8 mar – Tre casi di violenza di genere, di cui si sono occupati i carabinieri, sono emersi negli ultimi giorni a Cuneo, proprio in concomitanza della Festa della Donna.

Nel primo i Carabinieri della Compagnia di Cuneo hanno denunciato alla Procura della Repubblica un disoccupato 38enne del luogo per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e minacce il quale, come è poi emerso dalle indagini dei militari, da oltre quattro anni aveva posto in essere aggressioni e minacce di vario tipo ai danni della moglie, una operaia 30enne cuneese.

La donna, ormai stanca di subire violenze da parte del marito ed emotivamente assai provata e timorosa di ritorsioni, si è rivolta in caserma denunciandolo. I carabinieri hanno acquisito in ospedale alcuni referti medici delle volte che la vittima si era fatta medicare le ferite riportate a seguito delle violenze subite dal marito, hanno poi raccolto la deposizione di alcuni parenti e vicini di casa della donna, informando l’Autorità Giudiziaria.

L’operaia cuneese è ora ospitata presso una “casa protetta” fuori provincia per evitare che l’indagato, la cui posizione è attualmente al vaglio del P.M. a cui è stato assegnato il caso, le potesse nel frattempo ancora nuocere.

Nel secondo caso la vittima è una 45enne infermiera di nazionalità romena che, dopo mesi di violenza domestica, ha trovato il coraggio di denunciare il marito, un 50enne agricoltore suo connazionale, entrambi vivono a Cuneo.

La donna ha raccontato ai carabinieri che il coniuge rincasa spesso ubriaco la sera e la picchiava per le ragioni più disparate: la cena fredda, la vendita dei prodotti agricoli andata male, etc..

All’uomo, denunciato dai militari per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali, potrebbe essere ora notificato un provvedimento cautelare di divieto di avvicinamento alla vittima che, nel frattempo, è stata trasferita dai carabinieri in una struttura messa a disposizione dai Servizi Sociali Cuneesi.

Ultimo caso, sempre nella città di Cuneo, del quale si sono occupati i carabinieri ha portato alla denuncia per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate a carico di un 48enne muratore di origini albanesi che, da alcuni mesi, aveva preso a picchiare la convivente, una commessa 37enne cuneese in quanto lei gli aveva detto che voleva tornare a vivere dai propri genitori proprio a causa dei suoi modi di fare aggressivi nei suoi confronti.

In effetti la commessa si è poi trasferita dalla madre che vive nel fossanese ed ha denunciato il compagno al quale i carabinieri hanno notificato una misura cautelare personale che, d’ora in poi, gli impedirà di avvicinarsi a lei, in caso violasse tale obbligo verrebbe subito arrestato.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.