Trapani: furti, tentate estorsioni e rapina. 34enne in manette

carabinieri-auto-560-ottTrapani, 9 mag – Si sono spalancate le porte del carcere per G.D., 34 anni, già finito ai domiciliari pochi giorni fa per tentato furto aggravato in un bar di Petrosino (Trapani).

Questa volta i Carabinieri hanno eseguito nei suoi confronti un’ordinanza di custodia cautelare in carcere perché ritenuto responsabile di sei furti, due tentate estorsioni, tutti perpetrati all’interno di un noto bar marsalese di contrada Strasatti, e di un tentato furto aggravato ai danni di un negozio di ortofrutta, oltre a una rapina a mano armata messa a segno lo scorso aprile in un distributore di Petrosino.

Ad incastrare l’uomo ci sarebbero le immagini riprese dai sistemi di videosorveglianza dei negozi colpiti e quelli presenti lungo le vie di fuga.

Dallo scorso agosto, e in particolare nei mesi di marzo e aprile, secondo gli investigatori dell’Arma, il 34enne si sarebbe appropriato di circa 1600 euro, trafugati dalla cassa del bar preso di mira in sei diverse occasioni.

In due casi il furto sarebbe avvenuto dopo il tentativo fallito di estorcere denaro ai proprietari dell’attività commerciale. Le indagini dei Carabinieri hanno permesso anche di ricostruire la dinamica della rapina messa a segno lo scorso 3 aprile in un distributore di Petrosino, di cui l’uomo sarebbe responsabile.

Armato di coltello, dopo aver minacciato un dipendente, si sarebbe impossessato di circa 400 euro. G.D. è stato condotto al carcere San Giuliano.(AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.