Torino: vendevano farmaci dopanti sul web, i NAS oscurano 490 siti internet

8 persone denunciate all’Autorità Giudiziaria

Torino, 25 mag – Ieri i Carabinieri del NAS di Torino, nelle province di Torino, Alessandria, Genova, Treviso, Lecco e Firenze, a conclusione di indagine convenzionalmente denominata “SIRTAKI“, coadiuvati nella fase esecutiva da militari effettivi ai NAS ed ai Comandi Provinciali territorialmente competenti, hanno dato esecuzione ad otto decreti di perquisizione locale emessi dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino che concordava con le risultanze investigative prodotte nei confronti di otto indagati, a vario titolo ritenuti responsabili del reato di ricettazione di farmaci ad effetto dopante/anabolizzante, acquistati prevalentemente su siti internet esteri.

Grazie agli elementi acquisiti nel corso di complessa e laboriosa attività investigativa condotta con professionalità e tenacia dai Carabinieri del NAS di Torino, il GIP del locale Tribunale ha emesso un decreto di sequestro preventivo con conseguente oscuramento nei confronti di ben 490 siti internet che costituivano riferimento per l’acquisto di farmaci anabolizzanti i cui provider erano prevalentemente collocati in stati esteri.

L’operazione di Polizia Giudiziaria rientra una più ampia attività di contrasto al traffico ed all’impiego di sostanze anabolizzanti – in ambito sportivo agonistico e non – avviata dai militari del NAS di Torino che, nel solo mese di maggio 2018, ha portato all’esecuzione di ulteriori 21 decreti di perquisizione domiciliare nei confronti di altrettanti indagati ed al rinvenimento e sequestro di circa 550 confezioni di farmaci anabolizzanti, per un valore complessivo di circa 30 mila Euro.

Sommario
Torino: vendevano farmaci dopanti sul web, i NAS oscurano 490 siti internet
Article Name
Torino: vendevano farmaci dopanti sul web, i NAS oscurano 490 siti internet
Descrizione
8 persone denunciate all’Autorità Giudiziaria
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.