Torino: i carabinieri perquisiscono un campo nomadi. Recuperati soldi e refurtiva

cc-torino-campo-nomadiTorino, 13 mag – I carabinieri della compagnia di Torino Mirafiori, in collaborazione con i militari dei reparti specializzati e del nucleo investigativo e radiomobile, hanno eseguito un decreto di perquisizione di 64 baracche in legno all’interno del campo nomadi abusivo di Torino, occupato da “rom” di nazionalità romena.

Le attività di indagine condotte dai Carabinieri, sotto la direzione ed il coordinamento del sostituto procuratore di Torino, Rinaudo, hanno consentito di recuperare soldi e tantissima refurtiva nonché di denunciare sei persone per ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli. È stato individuato un magazzino impiegato per nascondere la refurtiva e un laboratorio per sguainare il rame rubato.

Nel corso dell’ attività di polizia giudiziaria, a cui hanno partecipato 137 carabinieri, sono state perquisite 64 baracche in legno e 138 persone. L’operazione ha permesso ai militari di sequestrare:

  • oggetti da scasso: flessibili, piedi di porco, martelli, cacciaviti, cesoie, flessibili, pinze, chiavi inglesi, tenaglie;
  • 6 anelli, 2 bracciali, 11 collane, un ciondolo e una spilla tutto in oro;
  • 22 orologi di marca;
  • somma contante 9.600 euro;
  • pellicce, gonne da donna, maglie Luis Vuitton e Gucci, pantaloni, scarpe, tute ginniche, portafogli, nuovi con le etichette;
  • una tessera  bancomat rubata a bordo di un autobus il 25 mar 2015 ai danni di una 85enne;
  • due pistole giocattolo prive di tappo rosso, un tirapugni e un coltello con lama di cm 25;
  • 6 certificati di proprietà di autovetture intestate a prestanome;
  • due libretti bancari intestati a terzi;
  • 6 ricetrasmittenti con caricabatterie e batterie di scorta;
  • 49 cellulari varie marche, 8 tablet, un lettore di e-book e 3 macchine fotografiche digitali;
  • 7 matasse di cavi di rame inguainate, per un peso complessivo kg 80;
  • un televisore nuovo 40 pollici e un televisore nuovo 32 pollici;
  • un computer portatile marca “Acer” e un navigatore satellitare.

Il materiale sequestrato è stato ritrovato nelle baracche abitate da sei romeni, tra i 18 e i 34 anni, che sono stati denunciati per ricettazione e possesso ingiustificato di grimaldelli. Nel corso dell’ispezione delle zone limitrofe al campo nomadi è stata ritrovata una coltivazione di 23 piante marijuana, tutte estirpate e sottoposte a sequestro penale a carico di ignoti.


Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.