Terra dei fuochi, sequestrate tre discariche abusive a Caserta: «Scempio segnalato dagli agricoltori»

Caserta_discaricheCaserta, 14 apr – Terra dei fuochi: importante operazione dei Carabinieri del Gruppo Forestale di Caserta e delle Stazioni di Caserta, Marcianise e Vairano Patenora, che nelle aree periferiche di Caserta, “Lo Uttaro”, “Galazia” e Via Thomas Alva Edison, hanno proceduto a tre distinti sequestri di siti utilizzati per attività di abbandono incontrollato, smaltimento illecito di rifiuti speciali e urbani, sia pericolosi che non, e illecita combustione causa dei cosiddetti “roghi tossici”.

«Lo scempio ambientale – sottolineano i Carabinieri – è stato segnalato dagli agricoltori locali che, fiduciosi dell’intervento dei militari, hanno fornito informazioni utili alle indagini manifestando senso di attaccamento e volontà di riscatto per il proprio territorio».

Nella prima area, di 6000 mq, è stata riscontrata un’ingente quantità di rifiuti speciali: pneumatici fuori uso di varie marche e tipo, parti di autoveicoli, elettrodomestici, vetrate e contenitori in vetro, componenti elettronici, materassi, plastiche varie, rifiuti legnosi e rifiuti combusti.

Nella seconda, di 6600 mq, trovati rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi: rifiuti organici contenenti sostanze pericolose (rifiuti combusti), apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso, materiale da costruzione contenente amianto, rifiuti urbani non differenziati, rifiuti plastici (teli per serre, paraurti e cruscotti), imballaggi in vetro, carta, cartone e plastica, pneumatici fuori uso, materiali isolanti, rifiuti ingombranti, abbigliamento e metallo.

La terza, di dimensioni meno estese, circa 250 mq, è risultata ospitare, alla stregua delle altre, rifiuti speciali pericolosi e non. In particolare, sono stati trovati pneumatici fuori uso di varie marche e tipo, materiale da costruzione contenente amianto in parte frantumato, rifiuti solidi urbani e parti di autoveicoli fuori uso, elettrodomestici, vetrate e bottiglie in vetro.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.