Tentata truffa per il conseguimento di fondi pubblici: indagato il sindaco di Casape (RM)

Roma, 9 ott – Nella mattinata odierna, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Tivoli, unitamente a personale della Stazione Carabinieri di San Gregorio da Sassola, hanno notificato la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G. nei confronti del sindaco del Comune di Casape (RM), Luigino Testi, già presidente della IX Comunità Montana.

Il provvedimento, emesso dal Gip del Tribunale di Tivoli Mario Parisi, su richiesta della Procura Della Repubblica di Tivoli, al termine di articolata attività d’indagine, germinava dalla querela sottoscritta dalla segreteria comunale dello stesso centro ove veniva denunciata l’apposizione apocrifa della propria firma in un paio di delibere di giunta proposte per richiedere dei finanziamenti regionali per 60.000 Euro e 349.769,25 Euro.

La prima istanza riguardava la ristrutturazione di una pubblica via mentre la seconda, quella più cospicua, la realizzazione di alcuni parcheggi.

I Carabinieri, sempre sotto la direzione della Procura della Repubblica di Tivoli, hanno proceduto alla perquisizione della residenza del sindaco, degli uffici comunali e di quelli della Comunità Montana da lui presieduta, ove si sequestrava ulteriore documentazione sulla quale sono incorso accertamenti per vagliarne la legittimità.

Sommario
Tentata truffa per il conseguimento di fondi pubblici: indagato il sindaco di Casape (RM)
Article Name
Tentata truffa per il conseguimento di fondi pubblici: indagato il sindaco di Casape (RM)
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.