Tentata estorsione: due parcheggiatori abusivi arrestati dai Carabinieri a Firenze

auto-carabinieri-cofanoFirenze, 26 mag – Arrestati a Firenze due parcheggiatori abusivi con l’accusa di tentata estorsione in concorso: si tratta di un napoletano di 55 anni e di un palermitano di 51 anni, già noti per i loro trascorsi.

Ieri sera, verso le 21, un residente della zona di piazza del Cestello, mentre stava cercando con l’auto regolare parcheggio all’interno dell’area, ha notato la presenza di due parcheggiatori abusivi.

Al primo passaggio effettuato, il conducente è stato invitato a parcheggiare da uno dei due, mentre l’altro ha aperto la catena che delimita le pertinenze della chiesa.

Il conducente ha però ignorato l’invito proseguendo la marcia. Al secondo passaggio effettuato, i due gli hanno riproposto di lasciare l’auto all’interno dell’area da loro ‘controllata’, ma lui ha proseguito la marcia e ha contattato i Carabinieri per segnalare la presenza dei parcheggiatori abusivi.

I miliari dell’Arma giunti sul posto hanno immediatamente individuato i due parcheggiatori abusivi che intanto erano intenti a contrattare con una giovane che aveva lasciato la vettura nella loro ‘area di controllo’.

La donna ha riferito che per lasciare l’auto e trovarla integra era stata invitata a lasciare una mancia ai due.

A quel punto i Carabinieri sono intervenuti fermandoli e arrestandoli. (AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.