Tentarono di investire due Carabinieri: due rom condannati per tentato omicidio e resistenza a P.U.

ROMA –  Erano intenti a commettere la classica “truffa dello specchietto” in via Federico Ozanam, nel quartiere Monteverde di Roma, quando una pattuglia dei Carabinieri cercò di fermarli.

Per tutta risposta il conducente dell’auto tentò di investire i militari. Uno dei due carabinieri sparò contro i malviventi colpendo accidentalmente due donne che stavano passando in motorino.

Questo il resoconto delle fasi concitate dell’evento occorso il marzo scorso ad una pattuglia dell’Arma in servizio nella Capitale.

I malviventi, due rom, furono successivamenti identificati, e ieri è stata emessa la sentenza a loro carico: uno di essi stato condannato per tentato omicidio e deve scontare sei anni di reclusione mentre l’altro, processato per resistenza a pubblico ufficiale, è stato condannato a due anni (pena sospesa).

Nei confronti del militare che fece fuoco con l’arma di ordinanza – difeso dall’avvocato Giorgio Carta – , sono stati aperti due procedimenti penali, militare ed ordinario. Il gip militare di Roma ha disposto l’archiviazione riconoscendo la scriminante dell’uso legittimo delle armi. Il procedimento ordinario è ancora in attesa della prima udienza.

Sommario
Tentarono di investire due Carabinieri: due rom condannati per tentato omicidio e resistenza a P.U.
Article Name
Tentarono di investire due Carabinieri: due rom condannati per tentato omicidio e resistenza a P.U.
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.