Strage di Chilivani: i CC ricordano il sacrificio di Ciriaco Carru e Walter Frau

Sassari, 14 ago – Domenica prossima, 16 agosto, alle ore 9.00, in occasione del ventesimo anniversario, alla presenza del generale Antonio Bacile, comandante della Legione Carabinieri Sardegna, organizzata dal Comune della città di Ozieri, si terrà la cerimonia di commemorazione delle vittime del dovere della strage di Chilivani: i carabinieri Ciriaco Carru e Walter Frau.

Sono trascorsi ormai vent’anni, ma è ancora vivo il ricordo del sacrificio dei due militari uccisi dai malviventi che nella località Ped ‘e Semene di Chilivani avevano programmato una rapina ad un furgone portavalori.

A commemorare i due eroici militari, decorati di medaglia d’oro, ci saranno oltre ai familiari, le autorità e le associazioni d’arma. Dinanzi ai due cippi che ricordano le vittime cadute nell’adempimento del loro dovere, verranno deposte corone d’alloro.

Al termine della commemorazione, presso la vicina Basilica di Sant’Antonio in Bisarcio verrà celebrata una messa in suffragio.

Il 16 agosto 1995, l’Appuntato Ciriaco Carru e il Carabiniere Scelto Walter Frau (rispettivamente capo equipaggio e conducente di una gazzella del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Ozieri) furono uccisi nel corso di un conflitto a fuoco con una banda di delinquenti che stava per assaltare due furgoni portavalori sulla S.S. 597 Sassari – Olbia. Quel pomeriggio di venti anni fa, era stata segnalata la presenza sospetta di una betoniera ferma al lato della strada.Si accerterà successivamente che l’autocarro, rubato qualche ora prima ad Olbia, sarebbe stato utilizzato dai rapinatori per sbarrare la strada ai furgoni portavalori. I due Carabinieri, mentre procedevano ad arrestare l’uomo che era alla guida poichè sorpreso in possesso di un fucile a canne mozze, vennero investiti da una violentissima azione di fuoco incrociato da parte dei suoi complici, appostati tra la macchia circostante in attesa dell’arrivo del mezzo da rapinare. Benchè in manifesta inferiorità, i due carabinieri reagirono rispondendo al fuoco, prima di cadere esanimi. Grazie al loro sacrificio la rapina venne sventata e l’intera organizzazione criminale, composta da otto persone, identificata e catturata nel volgere di pochi giorni.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.