Spacciavano droga tra Prato e Pistoia: bloccata banda di nigeriani

carabinieri-560Pistoia, 8 mar – Eseguite tre misure cautelari nei confronti di spacciatori che agivano tra le province di Prato e Pistoia, rifornendo di eroina e altre sostanze di stupefacenti numerosi tossicodipendenti.

Fra l’ottobre dello scorso anno e gennaio, il gruppo aveva spacciato circa trecento dosi di eroina, hashish e marijuana ad assuntori di età compresa fra i 40 e i 20 anni.

I luoghi di attività erano numerosi: nei pressi dei servizi Sert di via San Marco a Montecatini Terme (Pistoia), in via Cavour a Prato, a Pescia (Pt) e nelle vie adiacenti alla piazza del Duomo.

Il gruppo operava con spiccato dinamismo e spregiudicatezza, evidenziando una non comune capacità di approvvigionamento di varie tipologie di stupefacente, a dimostrazione dello spessore criminale che caratterizza queste piccole ma agguerrite bande.

La banda di spacciatori individuata nel corso delle indagini, coordinate dal pm della Procura di Pistoia, Giuseppe Grieco, e condotte dai Carabinieri della Stazione di Pescia, era composto da cittadini nigeriani già noti alle forze dell’ordine per i loro trascorsi.

Nel corso delle operazioni, svolte ieri nel tardo pomeriggio, i militari hanno arrestato tre dei destinatari delle misure cautelari emesse dal gip del Tribunale di Pistoia, Maria Elena Mele.

Uno di essi, pregiudicato e clandestino, C.E, 33enne, è stato trasferito al carcere di Pistoia, mentre ad altri due connazionali, H.C., 41enne residente a Pescia e F.I., 37enne residente a Montecatini, sono stati applicati gli arresti domiciliari.

Il quarto, non reperito, è ricercato.(AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.