Sicurezza: Cocer carabinieri, sconcertati dal comportamento del governo

carabinieri-alta-uniforme01Roma, 21 set – “Il Cocer carabinieri è sconcertato dal comportamento che il governo ha riservato agli operatori del comparto difesa/sicurezza, pare con la complicità delle amministrazioni“.

E’ quanto dichiarano in una nota i delegati centrali della Rappresentanza militare dei carabinieri

“Nonostante ordini del giorno e mozioni parlamentari che prevedevano un confronto sull’armonizzazione pensionistica – prosegue la nota – , il Cocer è stato convocato a palazzo Chigi per il nulla. Infatti sembra che il governo abbia già deciso le sorti del personale militare, incontrando le rappresentanze solo per adempiere ad una mera formalità di un impegno parlamentare. Nella riunione-farsa di oggi il governo ha richiamato al ‘senso del dovere’ tutti i militari, esortandoli ad accettare la sua proposta peraltro già concordata in otto precedenti riunioni tecniche con le amministrazioni”.

“Il Cocer ritiene che il senso di responsabilità sia insito in tutti i carabinieri e che analogo sentimento debba albergare in coloro che sono chiamati a governare questo paese. solo così è possibile ottenere la fiducia e la considerazione della gente. Dalle parole del ministro Fornero sembrerebbe che il regolamento di armonizzazione dei requisiti di accesso al sistema pensionistico per gli appartenenti al comparto difesa/sicurezza entrerà a regime solo dal 2018. Se ciò fosse vero allora non si comprende la necessità di un provvedimento da definirsi necessariamente entro il 31 ottobre 2012”.

“Il Cocer auspica che tale delicata materia, che incide in maniera cosi significativa sulle future generazioni, debba essere oggetto di un tavolo tecnico di concertazione con l’intervento delle amministrazioni, delle forze politiche e delle rappresentanze, allo scopo di contemperare le aspettative del personale con la funzionalità delle strutture, l’efficienza dei servizi forniti ai cittadini e le esigenze di finanza pubblica”.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.