Sfruttamento della prostituzione e violenze: carabinieri arrestano tre fratelli albanesi

prostitute-night-clubTorino, 22 giu – I Carabinieri della Compagnia Torino Mirafiori hanno notificato un provvedimento di fermo, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino, nei confronti di tre fratelli albanesi di 26, 32 e 39 anni, clandestini sul territorio nazionale, ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di riduzione in schiavitù, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Una ragazza moldava, socia in affari dei tre fratelli, è ancora ricercata.

Le attività d’indagine condotte dai Carabinieri, sotto la direzione e il coordinamento del sostituto procuratore di Torino dr.ssa Locci, hanno consentito di sgominare un gruppo criminale a conduzione familiare. I tre fratelli hanno avviato alla prostituzione, partecipando ai relativi proventi, almeno 9 ragazze di nazionalità moldava, bulgara e romena, e hanno usato su di esse sistematiche violenze e minacce per impedire loro di fuggire. Il fermo si è reso necessario per l’imminente fuga in Albania di uno degli indagati.

Sono state perquisite 8 abitazioni, utilizzate come dormitori o per accogliere i clienti. I carabinieri hanno sequestrato 9.000 euro in contanti, 10 telefoni cellulari e un computer portatile.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.