Sassari: CC perquisiscono casa di una coppia di spacciatori e… arrestano anche il vicino

sorso-drogaSassari, 23 ott – Nel pomeriggio di ieri i carabinieri della Stazione di Sorso (SS) hanno tratto in arresto la coppia convivente R.P., sorsese, classe 1967 e L.M.F., sorsese, classe 1980, entrambi con precedenti di polizia nonché il vicino di casa P.G., sassarese, classe 1985, disoccupato, tutti accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo marijuana.

Era già da diverso tempo che le segnalazioni dei cittadini avevano allarmato i carabinieri di Sorso: giovani e giovanissimi che a tutte le ore del giorno e della notte affollavano i consueti luoghi di ritrovo e consumavano cannabis. Proprio per tale motivo i militari dell’arma locale hanno predisposto servizi mirati ad individuare non solo il piccolo “pusher” ma anche il “rifornitore all’ingrosso” di marijuana.

Lunghi pedinamenti, difficoltosi appostamenti ed alla fine il cerchio si è stretto e gli accertamenti hanno permesso di individuare un soggetto già noto alle forze dell’ordine per la coltivazione di cannabis, R.P. e la sua compagna, L.M.F..

Ieri pomeriggio il blitz dei carabinieri della Stazione di Sorso nell’abitazione della coppia che è stata sottoposta a perquisizione personale e locale. Il controllo ha permesso il sequestro di due chili e mezzo di marijuana essiccata e già pronta per il confezionamento, di trecento infiorescenze già tagliate e pronte per la vendita nonché bilancini di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi. Lo stupefacente è stato rinvenuto in ogni angolo dell’abitazione, occultato nelle scatole delle scarpe, riposto nelle confezioni dei medicinali o addirittura nelle penne.

Quando le operazioni di controllo e sequestro stavano per finire, l’occhio attento dei carabinieri della stazione di Sorso è caduto proprio su di una pianta molto strana che stava nel giardino dell’abitazione confinante a quella della coppia finita in manette.

Vista da lontano pareva essere proprio una pianta di cannabis, alta più di due metri e carica di infiorescenze pronte ad essere raccolte. La successiva perquisizione condotta nell’abitazione di P.G. ha confermato l’intuizione degli attenti investigatori ed ha permesso il sequestro di circa duecentocinquanta grammi di marijuana, ma anche di una pistola scacciacani modificata e di munizionamento illegalmente detenuto dal P.G. e per tale motivo anche in questo caso le manette sono scattate.

Ora i tre arrestati, accompagnati dai carabinieri della Stazione di Sorso, dovranno rispondere a vario titolo di detenzione aggravata di sostanza stupefacente del tipo marijuana, nonché il P.G. anche di detenzione illegale di arma e munizioni.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.