Roma, piano sicurezza per Pasqua: 120 arresti dei Carabinieri

Carabinieri_Roma_San_PietroRoma, 18 apr – Centoventi persone arrestate. È questo il bilancio del piano straordinario di controllo dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma eseguito in tutto il territorio della Capitale e della provincia per garantire una Pasqua sicura ai cittadini e ai turisti in visita per le festività.

Il piano ‘Sicurezza a Pasqua’ ha visto l’impiego di circa 2000 militari dei Gruppi di Roma, Frascati e Ostia, con le loro 24 compagnie e le 179 stazioni territoriali, coadiuvati dalle Gazzelle e dai motociclisti del Nucleo Radiomobile di Roma per il pattugliamento del territorio e la cooperazione dei reparti specializzati dell’Arma, consentendo di effettuare una fitta rete di controlli in tutte le aree del territorio.

Sono state oltre 120 le persone arrestate, per lo più responsabili, a vario di titolo, di borseggi, furti in esercizi commerciali e spaccio di sostanze stupefacenti. Non sono mancate le denunce e i ritiri della patente di guida, scattati nei confronti dei conducenti di auto sorpresi al volante in stato di ebbrezza accertata mediante l’utilizzo degli etilometri e dei drug test in dotazione. I controlli hanno fatto registrare una drastica riduzione dei sinistri stradali gravi.

Nel Centro Storico della Capitale e presso i luoghi maggiormente frequentati dai turisti, pattuglie a piedi, a bordo di autoradio, moto, in abiti civili, e soprattutto una fitta rete di aliquote antiterrorismo, hanno sorvegliato l’intero territorio mentre all’interno delle ville e dei parchi pubblici i Carabinieri hanno garantito la sicurezza con pattuglie a piedi e a cavallo.

Nei pressi delle Basiliche e nelle principali piazze sono state attivate le Stazioni Carabinieri Mobili. Sono stati intensificati i controlli in tutti i quartieri per evitare brutte sorprese ai romani di ritorno dalle vacanze. Sulle principali arterie e vie consolari, nonché quelle dei Castelli Romani e del litorale, sono stati attuati dispositivi di controllo della velocità.

Intensificati anche i tradizionali servizi svolti per il contrasto alla microcriminalità: molti gli arresti operati dalle unità antiborseggio dinamiche, nelle vie commerciali e a bordo dei mezzi pubblici, nonché le sanzioni amministrative comminate durante i controlli per la somministrazione dei prodotti alimentari in bar e ristoranti.

Attenzione è stata posta anche al fenomeno dello spaccio di droga: 45 delle persone finite complessivamente in manette nel corso dell’operazione sono state sorprese a trafficare dosi di droga nelle piazze di spaccio della Capitale. Sono state sequestrate centinaia di dosi di cocaina, cannabinoidi e droghe sintetiche.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.