Roma: minori in condizioni di degrado ed abbandono. CC sequestrano casa famiglia

carabinieri-sequestro-casa-famigliaMarino (RM), 24 mar – Degrado, abbandono, trascuratezza, incuria, condizioni igieniche precarie, mancanza di sicurezza. E’ questo ciò che hanno trovato i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castel Gandolfo all’interno di una casa famiglia che ospita minorenni.

Il blitz dei militari, supportati da personale dell’ASL Roma 6 e dagli assistenti sociali del Comune di Marino – ove è situata la struttura – è scattato ieri: i carabinieri hanno trovato sei minorenni ed un maggiorenne – di varie nazionalità – che alloggiavano in stanze fredde, sporche e insicure, in precarie condizioni igienico-sanitarie.

Quattro le persone denunciate responsabili del reato di abbandono di persone minori o incapaci: si tratta di una donna di 48 anni, responsabile dell’associazione ONLUS che gestisce la struttura, del marito 50enne, che svolgeva la funzione di educatore, e di altri due operatori di 22 e 43 anni.

La struttura è stata sequestrata mentre i giovani, grazie all’intervento dei servizi sociali del Comune di Marino (RM), sono stati trasferiti presso un Centro di Prima Accoglienza della Capitale.

Sono in corso ulteriori accertamenti tesi a definire le somme percepite dall’associazione per ogni minore ospitato.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.