Roma, in casa la refurtiva rubata ai turisti: denunciato 50enne cubano

Carabinieri_refurtiva_RomaRoma, 28 apr – Era diventato un vero e proprio incubo per i turisti e gli utenti del terminal Anagnina. Ieri mattina, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro lo hanno però identificato e denunciato a piede libero con l’accusa di ricettazione. Si tratta di un 50enne cubano, senza occupazione e con precedenti, domiciliato nei pressi della stazione Anagnina.

A destare sospetti ai Carabinieri sono stati i suoi continui spostamenti tra le banchine dei treni, l’area antistante lo stazionamento dei bus e la sua abitazione in via Cinquefrondi.  Proprio nei pressi dell’appartamento, i militari sono intervenuti per controllarlo.

Quando i Carabinieri hanno trovato in suo possesso una carta d’identità peruviana, risultata falsa, e diverse banconote in valuta straniera, hanno deciso di approfondire gli accertamenti e di ispezionare la sua abitazione.

La perquisizione eseguita ha permesso di rinvenire numerosi oggetti di cui l’uomo non ha saputo giustificarne il possesso e che, da successivi accertamenti, sono risultati tutti rubati: 4 orologi di lusso, uno smartphone di ultima generazione, un personal computer, 5 borse da donna griffate, 5 portafogli, una macchina fotografica, 21 paia di occhiali di marca, 3 carte di credito intestate a cittadini stranieri, 2 confezioni di profumo, 3 blocchetti di buoni pasto intestate a diverse persone e altre banconote di valuta diverse.

Tutta la refurtiva è stata sequestrata mentre l’uomo è stato denunciato.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.