Ragusa, calci e pugni per rapinare un 13enne: fermati due minorenni a Vittoria

auto-carabinieri-112Ragusa, 24 mag – Lo scorso marzo avevano aggredito un 13enne per rapinarlo. Calci e pugni per sottrargli pochi euro e un cellulare. Adesso i responsabili del colpo sono stati identificati.

I Carabinieri hanno arrestato a Vittoria, in provincia di Ragusa, un 16enne e un 17enne: per loro si sono spalancate le porte dell’Istituto penale per minorenni di Catania Bicocca.

Le misure di custodia cautelare sono state emesse dal gip di Catania su richiesta della locale Procura.

I fatti. Secondo la ricostruzione, lo scorso 21 marzo, alle 21.30, proprio nel centro di Vittoria, i due baby rapinatori hanno avvicinato la loro vittima, un ragazzino di 13 anni, lo hanno preso a calci e pugni scaraventandolo a terra per rubargli il cellulare, un paio di occhiali da sole e pochi euro in contanti.

Erano bastati pochi attimi ai giovani rapinatori per razziare il malcapitato prima di darsi alla fuga. La vittima, immediatamente soccorsa, è stata trasportata al locale Pronto Soccorso, dove i medici hanno riscontrato ferite giudicate guaribili in cinque giorni.

Ad incastrare i due adolescenti sono state i racconti di alcuni testimoni e le telecamere dei sistemi di videosorveglianza della zona, che hanno permesso di ricostruire la fisionomia dei baby rapinatori.

Per loro è così scattato l’arresto. Le indagini proseguono per accertare eventuali responsabilità in altri episodi analoghi avvenuti nella zona.(AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.