Palermo, casa in affitto per far prostituire la figlia: arrestata la madre e il convivente

Carabinieri_MondelloPalermo, 12 mag – Con l’accusa di favoreggiamento della prostituzione i Carabinieri della Stazione di Partanna Mondello (Palermo) hanno arrestato un 28enne e una 54enne, entrambi nati in Colombia ma cittadini spagnoli.

Secondo l’accusa i due avrebbero fatto prostituire la figlia della donna in una casa a Mondello. L’arresto è scattato dopo un’attenta analisi su alcuni siti di incontri online.

Un annuncio in particolare, oltre a foto osé, conteneva l’indirizzo di un appartamento nella periferia di Mondello. Ai carabinieri è bastato appostarsi per un’ora per notare l’andirivieni di clienti dall’abitazione, non prima, però, che il 28enne scendesse per prendere i contatti e pattuire la prestazione.

Immediato è scattato il blitz nell’appartamento. In casa i militari hanno trovato, oltre a numerosi sex toys e preservativi, anche 2.600 euro.

Nella stanza da letto, invece, c’era la figlia della 54enne: lì, secondo la ricostruzione degli uomini dell’Arma, per prostituirsi.

Le indagini hanno consentito di appurare che i due arrestati da circa un mese erano in Italia e sarebbero ripartiti per la Spagna, insieme alla figlia della donna, l’indomani.

Sono stati, invece, arrestati in flagranza di reato per favoreggiamento della prostituzione.

Dopo la notte trascorsa ai domiciliari, il giudice ha convalidato l’arresto e rimesso i due in libertà in attesa del processo, che si celebrerà a giugno con il rito abbreviato.(AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.