Oristano, frode informatica: tenta di prelevare 6.000 euro, denunciata dai CC

cc-posto-di-bloccoAbbasanta (OR), 20 giu – I carabinieri della Stazione di Abbasanta hanno individuato e denunciato alla Procura della Repubblica di Cagliari, competente per tale materia, una 52enne rumena, impiegata, residente in provincia di Matera (MT).

La donna era riuscita ad inserirsi in una transazione bancaria (bonifico), dell’importo di circa seimila euro, modificando a suo favore le coordinate bancarie del destinatario. Il giorno successivo si è presentata in banca per riscuotere l’intero importo che, nel frattempo, era stato bloccato dai carabinieri.

La sospetta operazione, infatti, grazie allo zelo del direttore dell’istituto bancario, era stata segnalata all’autore del bonifico e da questi ai carabinieri della Stazione di Abbasanta i quali, eseguiti i preliminari accertamenti, hanno richiesto e ottenuto un decreto di sequestro dei seimila euro che ora attendono di essere depositati nel conto corrente dell’effettivo destinatario.

La cittadina rumena, denunciata in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, dovrà ora difendersi dall’accusa di “frode informatica”, reato per il quale è prevista la pena della reclusione da 6 mesi a 3 anni.

Semper ad Abbasanta, i carabinieri stanno svolgendo, unitamente a personale tecnico delle società di gestione e fornitura dell’energia elettrica e dell’acqua, diversi controlli nella giurisdizione di competenza che ricade nei comuni di Abbasanta (OR) e Norbello (OR).

Nel comune di Abbasanta (OR), nel corso di tali controlli, sono stati individuati tre immobili allacciati abusivamente alla rete idrica. I proprietari dei tre immobili sono stati denunciati, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Oristano, è dovranno ora difendersi dall’accusa di furto aggravato. I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.