Novara, i Carabinieri arrestano quattro persone in poche ore: uno era ricercato dal 2014

Carabinieri_Novara_autoNovara, 17 mag – Era ricercato in tutta Italia dall’aprile del 2014 ed era stato condannato in quattro diversi processi alla pena complessiva di 4 anni di detenzione con accuse che andavano dal furto, alla resistenza a pubblico ufficiale, dalle lesioni alle minacce aggravate: alla sua latitanza hanno posto fine, nell’ambito di un’attività di controllo del territorio coordinata dalla Compagnia di Novara, i Carabinieri della Stazione di Oleggio.

M.A., cittadino libico di 33 anni, è stato individuato in una struttura ricettiva del territorio e condotto negli uffici di Baluardo Lamarmora dove, con l’ausilio degli specialisti nel settore, è stato sottoposto ai rilievi foto-dattiloscopici che ne hanno accertato l’identità. L’uomo è stato dichiarato in stato di arresto in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di La Spezia.

Le attività di controllo del territorio hanno consentito di arrestare anche A.G., 48 anni, gravato da diversi precedenti, destinatario di una condanna emessa dal Tribunale di Novara a 3 anni di reclusione, per una rapina commessa a Trecate nell’anno 2008. A fermare l’uomo sono stati i Carabinieri della Stazione di Trecate.

Era invece destinatario di un provvedimento di carcerazione emesso dall’Autorità Giudiziaria di Trieste R.G., cinquantottenne siciliano ma da qualche anno domiciliato a Torino, che i Carabinieri della Stazione di Novara hanno individuato e fermato: deve espiare un residuo di pena di due anni e 6 mesi per reati in materia tributaria, che lo avevano visto subire una condanna a 5 anni e 6 mesi, «commessi nel Lazio e in Friuli Venezia Giulia tra gli anni 2003 e 2007», spiegano in una nota gli uomini dell’Arma.

Sempre i militari della Stazione cittadina hanno fermato un ventiduenne dominicano che, accusato di un’evasione commessa nel 2013, era stato condannato ad una pena definitiva di otto mesi di reclusione.

Tutti gli arrestati sono stati associati presso la casa circondariale di Novara.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.