New York: i Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale recuperano statua in marmo del I secolo rubata nel 1983

carabinieri-tpc-statua-PeplophorosRoma, 7 dic – Nel maggio 2015, nell’ambito di scambi info-investigativi intercorsi tra i militari Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale e il personale dell’ufficio FBI di New York, è stato localizzato nella metropoli americana, nella disponibilità di un collezionista privato, una statua in marmo di cm. 115 (foto Foto), risalente al I sec. a.C., riproducente Peplophoros, trafugata il 30 novembre del 1983 da Villa Torlonia (Roma).

Il 25 febbraio 2016, sulla base delle evidenze fornite dai Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, l’Assistant United States Attorney’s Office (AUSA) del Southern District di Manhattan (New York) procedeva al sequestro della statua.

Il bene proviene dal Casino dei Principi di Villa Torlonia, sulla via Nomentana, gestito dal Comune di Roma Capitale.

Nel giugno 2016, il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale ha presentato formale richiesta di rivendica del bene, in seguito alla procedura di confisca intrapresa dall’AUSA in favore dello Stato italiano.

Il prezioso reperto sarà consegnato al Gen. B. Fabrizio Parrulli, Comandante dei Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, dal Deputy U.S. Attorney Joon Kim, alla presenza dell’FBI Special Agent che ha curato l’indagine, Michael McGarrity, nella prestigiosa sede della “New York Historical Society“.

Oggi alle 13:00 ora locale, si è svolta la cerimonia di consegna (leggi il programma).

La statua rientrerà in Italia nei prossimi giorni.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.