NAS: scoperti due falsi dentisti nel bresciano. Sequestrati beni per 500 mila euro

Carabinieri-auto-bicentenarioBrescia, 18 mag – Il NAS di Brescia, nell’ambito delle attività di controllo contro il fenomeno dell’abusivismo medico, ha scoperto a Brescia e in un comune della provincia bresciana, due appartamenti al cui interno erano stati allestiti veri e propri studi odontoiatrici con relative sale d’attesa, gabinetto odontoiatrico con riuniti, apparato radiografico, attrezzature mediche e farmaci.

I Carabinieri hanno accertato che i due studi erano privi delle prescritte autorizzazioni, sconosciuti alle autorità sanitarie e che gli impianti e i macchinari erano privi di certificazione sanitaria. I responsabili degli studi abusivi, due odontotecnici cinquantenni di Brescia, sono stati sorpresi dai Carabinieri del Nas mentre eseguivano visite sui pazienti, indossando mascherina e camice da medico.

Dai successivi accertamenti è emerso che i due falsi dentisti eseguivano sugli ignari pazienti operazioni odontoiatriche anche complesse e rischiose, quali impianti, estrazioni, radiologie, anestesie e iniezioni di antibiotici e antinfiammatori.

Gli studi dentistici sono stati sequestrati e i due odontotecnici denunciati per esercizio abusivo della professione odontoiatrica. Nell’ultimo semestre, il NAS di Brescia ha sequestrato 4 studi odontoiatrici abusivi in cui improvvisati dentisti esercitavano abusivamente la professione medica a danno di ignari cittadini.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.