Modena, ufficiale dei CC scaraventa a terra l’archivio: sottoposti costretti a raccogliere tutto

Carpi (MO) – «Il Comandante della Compagnia Carabinieri di Carpi, si sarebbe lasciato andare, compiendo gesti quanto meno inusuali ma lesivi del contegno che deve caratterizzare un ufficiale dell’Arma, afferrando faldoni di carteggio e di atti di ufficio presenti sugli scaffali, scaraventandoli a terra, sul pavimento dell’archivio, formando un voluminoso cumulo di carta».

E’ quanto si legge in una nota del Nuovo Sindacato Carabinieri che riferisce di “episodi ampiamente documentati verificatisi presso almeno due Stazioni Carabinieri dipendenti di quella Compagnia”.

«Immaginiamo il disagio morale, imbarazzo e stupore – continua la nota sindacale -, subito dai colleghi presenti compreso il Comandante della Stazione, che presumiamo abbiano dovuto poi sobbarcarsi l’onere di chinarsi a raccogliere e riordinare le carte sparse sul pavimento».

«Tali condotte, reiterate, – spiegano i sindacalisti dell’Arma – pongono degli interrogativi su come sia interpretata da taluni, l’azione di comando e fanno sorgere forti dubbi sulla legittimità di tali atteggiamenti che di primo acchito non paiono consoni né confacenti alla dignità e al decoro, e sembrano non garantire un adeguato contegno da tenere in servizio, in palese violazione dell’art. 732 del D.P.R. 15 marzo 2010, n.66 (TUROM).»

«Pertanto – conclude la nota – il Nuovo Sindacato Carabinieri ha chiesto una immediata verifica ispettiva da parte del Comando Generale e della scala gerarchica modenese al fine di far cessare con immediatezza tali comportamenti che stanno alimentando nel personale sensazioni di minore serenità e turbamento a discapito del personale iscritto, tutelato e rappresentato».

Sommario
Modena, ufficiale dei CC scaraventa a terra l'archivio: sottoposti costretti a raccogliere tutto
Article Name
Modena, ufficiale dei CC scaraventa a terra l'archivio: sottoposti costretti a raccogliere tutto
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.