Milano, droga e reati predatori: Carabinieri arrestano 180 persone in una settimana

carabinieri-bidello-trapaniMilano, 22 mar – I Carabinieri, nel corso della settimana appena trascorsa, hanno ottenuto importanti risultati nel contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti.

L’ordinaria attività di prevenzione e repressione dei reati nei luoghi di aggregazione giovanile si è affiancata ad articolate operazioni di servizio che hanno permesso di dare una risposta ai reati di natura predatoria.

A Milano e nell’hinterland si è proceduto complessivamente all’arresto in flagranza di 29 spacciatori. Tra le persone bloccate dal personale dell’Arma vi sono 9 italiani e 20 stranieri. I militari hanno provveduto anche alla denuncia in stato di libertà di 2 persone ed alla segnalazione all’Autorità di altrettanti assuntori di sostanze psicotrope. Il fronte dei sequestri ha visto complessivamente l’eliminazione dal mercato clandestino di 2.400 grammi di hashish, 750 grammi di marjuana, 120 grammi di cocaina, 50 grammi di eroina, alcune dosi di metanfetamina cloridarata, nota come “shaboo”, ed oltre 150 grammi di sostanze per il taglio dello stupefacente. Il denaro sequestrato, provento di spaccio, ammonta ad oltre 6.000 euro.

Numerose anche le operazioni per prevenire e reprimere il fenomeno dei reati contro il patrimonio: 151 le persone finite in manette, tra cui 44 cittadini italiani. 49 sono le persone deferite all’Autorità giudiziaria in stato di libertà.

A corollario delle numerose operazioni di contrasto alla criminalità diffusa, il 17 marzo, in serata, a Sovico (MB), i militari della Compagnia Carabinieri di Monza, nel corso del normale servizio di controllo del territorio, hanno soccorso il conducente di una vettura, colto da infarto miocardico, mentre si trovava alla guida. I Carabinieri hanno immediatamente posto in essere la procedura salva-vita, utilizzando il defibrillatore esterno automatico in dotazione, dotato di sensori che consentono di riconoscere le cause dell’arresto, e predisposto l’evacuazione del malcapitato, subito trasportato dal 118 presso l’Ospedale San Gerardo di Monza, ove è stato ricoverato in terapia intensiva.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.