Milano, Carabinieri in azione contro la criminalità predatoria: sei arresti in poche ore

carabinieri-milano-duomoMilano, 24 mag – Continua l’intesa attività di controllo e prevenzione sul territorio, messa in atto dai Carabinieri del Comando Provinciale di Milano, che nelle ultime ore ha fatto registrare sei arresti per reati contro il patrimonio, operati in città dal Nucleo Radiomobile.

Nelle prime ore di ieri, i militari hanno tratto in arresto un lituano 30enne, già noto alla Giustizia, che aveva poco prima strappato uno smartphone dalle mani di un 27enne marocchino. I Carabinieri lo hanno individuato e bloccato in Piazza IV Novembre. Dovrà rispondere di furto con strappo.

A seguire, nella tarda mattinata di ieri, gli uomini dell’Arma sono intervenuti in un supermercato di via Varesina, dove un 31enne salvadoregno aveva tentato di rubare quattro lattine di birra, una bottiglia di whisky e una maglietta sportiva. Nel tentativo di guadagnarsi la fuga aveva colpito e spintonato un dipendente, ma è stato trattenuto fino all’arrivo dei militari. Risponderà di rapina impropria.

In serata, invece, sono finiti in manette due russi, un 29enne, già noto alla Giustizia, e una 32enne. I due erano stati notati in un centro commerciale di via Santa Redegonda mentre forzavano le placche antitaccheggio di alcuni capi di abbigliamento, per un valore di oltre 1.900 euro, occultandoli in due borse.

Bloccati da un addetto alla sicurezza mentre tentavano di dileguarsi, non hanno esitato a colpirlo con calci e pugni. I Carabinieri, allertati, hanno bloccato i due che dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso.

Infine, nel corso della notte, gli uomini dell’Arma sono intervenuti in via Domenichino, dove erano state segnalate due persone armeggiare vicino a una moto di grossa cilindrata. Giunti sul posto, i Carabinieri hanno sorpreso due marocchini, di 27 e 33 anni, che tentavano di avviare il motociclo dopo averne forzato il bloccasterzo. Risponderanno di furto aggravato.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.