Milano, banda di ricettatori sgominata dai Carabinieri a Pieve Emanuele

Carabinieri_Pieve_EmanueleMilano, 2 mar – Tre cittadini albanesi, già noti alla Giustizia, sono stati sottoposti nelle scorse ore a fermo di indiziato di delitto dai Carabinieri della Stazione di Pieve Emanuele: l’accusa è quella di ricettazione.

Gli uomini dell’Arma, a seguito di un controllo in strada a 2 stranieri, rispettivamente di 25 e 26 anni, hanno esteso le verifiche all’abitazione che condividevano con 38enne connazionale, a Fizzonasco di Pieve Emanuele, trovando 23 orologi di pregio, 19 telefoni cellulari, 6 computer portatili, valuta straniera e numerosi monili in oro del peso complessivo di 1,2 kg., provento di furti in abitazione.

Nell’appartamento, oltre al 38enne, erano presenti anche le compagne conviventi dei due più giovani, entrambe italiane di 25 e 29 anni, incensurate, denunciate in stato di libertà per il medesimo reato, poiché avevano in più occasioni venduto preziosi a «compro oro» della zona.

Gli arrestati sono stati condotti a San Vittore. Si cercano i legittimi proprietari della refurtiva: ad alcuni sono già stati restituiti i rispettivi beni.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.