Locri, controlli dei Carabinieri: trovati due fucili nascosti nella vegetazione

Carabinieri_Locri_fuciliLocri, 18 mag – Continuano i servizi di controllo straordinario del territorio disposti dal Comando Gruppo Carabinieri di Locri, effettuati con i colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”.

I Carabinieri della Stazione di Roccella Jonica hanno tratto in arresto un 53enne del posto in ottemperanza a un ordine di sospensione dell’affidamento in prova e ripristino della carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina: nonostante il divieto di allontanamento dalla Provincia di Reggio Calabria, qualche giorno fa l’uomo è stato sorpreso a Lamezia Terme.

I Carabinieri della Stazione di Stilo hanno invece denunciato un 19enne del posto per detenzione abusiva di munizioni: nel corso di una perquisizione domiciliare, i militari hanno rinvenuto alcune cartucce cal. 12 trovate all’interno di un forno a legna di sua proprietà.

I Carabinieri della Stazione di Gioiosa Jonica hanno poi denunciato un 63enne per furto di acqua, avendo trovato presso la sua abitazione un allaccio abusivo alla rete idrica comunale, una 72enne per furto di energia elettrica e un 45enne per violazione degli obblighi relativi alla Sorveglianza Speciale.

Infine, in Località Migliuso del Comune di Caulonia, nel corso di un rastrellamento sono stati rinvenuti 2 fucili cl. 36 con matricola punzonata e numerose munizioni dello stesso calibro nascosti all’interno di un tubo di plastica celato tra la fitta vegetazione.(AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.